logo
This is Photoshop's version of Lorem Ipsum. Proin gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auctor, nisi elit consequat ipsum, nec sagittis sem nibh id elit.
Curriculum - Mauro Laus - Curriculum
50211
page,page-id-50211,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,tactile-ver-1.9,smooth_scroll,side_menu_slide_with_content,width_470,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Una carriera dai toni brillanti

 

La prima importante esperienza lavorativa arrivò proprio nel periodo degli studi universitari, nel 1990, quando
Laus, che a quei tempi non aveva ancora compiuto 25 anni, assunse il ruolo di manager e divenne Presidente di una cooperativa di servizi piemontese, facendo esperienza dunque in un ruolo prettamente amministrativo.
Dopo un quindicennio di lavoro nel campo della gestione dei servizi aziendali, nel 2014 Laus prese l’importante decisione di spostare i suoi obiettivi esclusivamente sul mondo della politica, che da sempre lo affascinava e a cui aveva iniziato a dedicarsi con passione già da un decennio, al punto da spingersi a un costante impegno anche nel sociale.

L’ impegno nella politica, fino all’ elezione a Presidente del Consiglio Regionale

Mauro Laus CurriculumMauro Laus aveva iniziato a fare politiva nel 2005, anno a cui risale il suo ingresso nel Consiglio Regionale del Piemonte. A quei tempi il suo partito era La Margherita, di cui divenne anche segretario, e i voti che raccolse furono quasi 9.000. Successivamente la Margherita si unì alla DS, fino alla nascita del Partito Democratico. In quel momento – era l’anno 2007 – Laus decise di aderire al PD e ottenne questa volta l’incarico di vicesegretario. Da quel momento in poi egli sarebbe rimasto sempre tra le fila del Partito Democratico, ad eccezione di un breve periodo, tra il 2008 e il 2009, quando decise di prendere parte prima del Gruppo Misto e poi dei Moderati Riformisti per il Piemonte.
Nel 2010 è arrivata per Mauro Laus l’elezione a consigliere regionale del Piemonte e una volta scelto come vicepresidente del Consiglio, egli ha preso in carico la gestione della Commissione Cultura. L’ultima carica, quella di Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte, che riveste attualmente, gli è stata conferita invece nel 2014, in seguito all’elezione nella circoscrizione della città di Torino con un totale di ben 7.716 voti.